mercoledì 10 febbraio 2016

Effimero bianco neve


Si avvicina un altro fine settimana che molti cercheranno di trascorrere con i propri amici o le rispettive metà del cielo.
Forse una famosa canzone degli potrebbe rientrare in un'ideale colonna sonora di questa settimana. Intendo il brano 'Rakkaus on lumivalkoinen' (l'amore è bianco neve) pubblicato tredici  anni fa nell'omonimo album, tra i più venduti della musica finlandese.

Sono state incise diverse cover di questo brano. Tra le più recenti ci sono le versioni di Suvi Teräniska e di Jessica Wolff in inglese con il titolo 'Love Me Like You Never Did Before'.

Chiudo questa segnalazione con i versi del ritornello del brano.
Niin pienen hetken rakkaus on lumivalkoinen
On puhdas niin kuin hanki helmikuisten aamujen
Voi kunpa joskus kauemmin sen loisto kestää vois
Vaan illan tullen katoaa ja tummuu aina pois 



'


domenica 7 febbraio 2016

Come difendersi dalle molestie in strada

Alla fine di gennaio sulla pagina FB di Yle (il network televisivo statale finlandese) della zona di Oulu è stato pubblicato questo video che mostra tre metodi di difesa dalle molestie in strada secondo le raccomandazioni della polizia di Oulu.
Il video, come spesso capita in questi casi, ha suscitato molte reazioni di diversa intensità e tipologia.
Il video è stato ripreso anche da qualche blog e quotidiano all'estero (Italia inclusa).
Un paio di giorni dopo è stato pubblicato su Youtube Intergalactical methods against street harassment, un video parodia di quello di Yle Oulu.


venerdì 5 febbraio 2016

Finalmente finalmente finalmente

Due vihta/vasta (fascina o frusta di ramoscelli di betulla)
Segnalo oggi un piccola curiosità della lingua finlandese nella quale esiste una frase di senso compiuto, sebbene non di uso comune, in cui compare sempre la stessa parola per tre volte consecutive.
Se si prova a tradurre la frase 'vihdoin vihdoin vihdoin'  usando per esempio GT si riceve come risposta 'finalmente finalmente finalmente'.
In italiano una traduzione più sensata potrebbe essere 'infine picchiettai con una fascina di ramoscelli di betulla'.

Ai più curiosi qualche dettaglio di grammatica in più a proposito della curiosa frase in oggetto.
1) vihdoin: avverbio che significa infine o finalmente. L'unico significato che si trova, giustamente, nei vocabolari;
2) vihdoin: si tratta della prima persona del passato remoto del verbo vihtaa che significa 'picchiettare/colpire delicatamente con una fascina di ramoscelli di betulla da sauna';
3) vihdoin: si tratta dell'istruttivo di vihta, la fascina/frusta di ramoscelli di betulla.


giovedì 4 febbraio 2016

Una dimora silvana


In passato mi era già accaduto qualcosa di simile durante le passeggiate nei boschi finlandesi. Mi riferisco all'antroll oppure a quello che mi era sembrato lo sguardo di un troll.
Lo scorso autunno mi sono imbattuto in una piccola dimora ben mimetizzata ai piedi di un albero (forse un pino silvestre).
Immaginavo si potesse trattare della dimora di una famiglia di menninkäinen ma mi è stato riferito della possibilità che vi abitassero anche dei kakkiainen.
Ho bussato senza alcuna risposta e nessun rumore udibile proveniva dall'interno. La porta non era serrata ma ho preferito non aprirla anche perchè sono sicuro che non avrei infranto le norme del diritto di pubblico accesso del popolo silvano vigente nei boschi finlandesi.


lunedì 1 febbraio 2016

Segnale da interpretare


Forse è segnale comune ma non ricordo di averlo notato in precedenza a Helsinki.
La mia (fantasiosa) interpretazione è 'connessione wifi gratuita ai papà accompagnati dai figli'.
E la vostra?


mercoledì 20 gennaio 2016

La morsa del gelo


Il gelo è tornato a mordere dopo aver allentato la presa per qualche giorno e lasciato il posto ad una nevosa e candida leggerezza.
Dopo aver visto con calma l'immagine scattata nei pressi delle rapide di Vantaankoski mi è tornato in mente un incantesimo di protezione contro il gelo pronunciato da Lemminkäinen nel trentesimo runo del Kalevala.
Ricordavo solo i primi versi e ho colto l'occasione di leggere il resto dell'incantesimo (loitsu) che ben accompagna l'immagine in alto.

Pakkanen*, Puhurin** poika,
talven poika hyyelmöinen!
Elä kylmä kynsiäni,
vaai varpahuisiani
eläkä koske korviani,
elä päätäni palele!


Una traduzione italiana (un po' datata) dell'incantesimo è disponibile qui (verso 185). 
Fossi stato in Lemminkäinen avrei seguito le istruzioni di questo video che mostra come vestirsi per affrontare al meglio per affrontare il gelo senza alcun problema.

*Pakkanen è la personificazione del freddo e del gelo.
** Puhuri è la personificazione della bufera o del vento gelido di tramontana. Probabilmente il nome deriva dal verbo puhaltaa (spirare, soffiare).

lunedì 18 gennaio 2016

Una passeggiata invernale a Suomenlinna

Il "fumo di mare" e il freddo polare dei primi giorni del 2016 hanno vestito Suomenlinna a festa, con un elegante abito bianco candido messo il risalto dal luminoso sole invernale.
Alcune istantanee della mia passeggiata di qualche giorno fa.












venerdì 15 gennaio 2016

Intensi cani solari

Il giorno antecedente all'Epifania, a causa del freddo e della giornata soleggiata, sono stati avvistati pareli di notevole intensità a Helsinki e dintorni.
Almeno a me non era mai capitato di osservarne di questa vivacità nell'area della capitale. I pareli sono comunemente detti 'cani solari' su calco dell'inglese sun dogs.
In finlandese pare si chiamino sivuauringot ma non credo che il termine sia molto conosciuto tra i non addetti.








giovedì 14 gennaio 2016

La slow TV e il fascino della Lapponia finlandese

Paesaggio lappone autunnale (Rovaniemi, Finlandia)
Nelle scorse settimane ho segnalato sulla bacheca della  pagina FB di Suom(I)taly Stories i video della serie 'Lapin lumo' (il fascino della Lapponia).
Si tratta di progetto del primo progetto finlandese si slow TV costituito da una serie di otto video su alcune delle località principali della Lapponia. Per avere un'idea del significato e della storia della slow TV consiglierei di dare un'occhiata all'articolo Slow TV is here.

Nei video di circa 35 minuti non ci sono dialoghi ma solo splendide riprese accompagnate da musica o rumori naturali di fondo.  Consiglierei la visione solo se non avete fretta e volete per una mezz'ora rilassarvi attraversando foreste, navigando laghi e salendo sui tunturi lapponi.
Non anticipo altro. Buona visione!


lunedì 11 gennaio 2016

Lux Helsinki 2016

Si è conclusa ieri l'edizione 2016 di Lux Helsinki. il festival della luce della capitale finlandese. Il freddo polare non ha tenuto lontano i visitatori, specialmente nel fine settimana.
Si stima che nell'arco dei cinque giorni di durata dell'evento più di 400000 visitatori. Il programma era ricco e vario, per tuttte le età.
Tra le installazioni presenti quelle che mi sono piaciute di più sono Loopy Lou di Rémi Brun, He olivat täällä (Essi sono qui)  Alexander Reichstein e Ilon kuvia (Immagini di gioia) a cura di un gruppo di artisti. Bello anche il Parco delle Lanterne posizionato quest'anno nel parco chiamato comunemente Parco della Peste (Ruttopuisto) sede di un cimitero storico. Tra le lanterne non passava inosservata quella realizzata con un segnale di 'uscita d'emergenza' che puntava al suolo (si vede nella seconda foto in basso).
Dettagli sulle opere e sugli artisti si possono trovare nel programma (in inglese).

Quali sono state le opere che avete maggiormente apprezzato?

Alcuni personaggi dell'opera He olivat täällä (Essi sono qui) di Alexander Reichstein

Alcune opere del Parco della Lanterne a cura di vari artisti

Dettaglio dell'opera Maailma jossa elämme (Il mondo in cui viviamo) di Immanuel Pax

Un passaggio di Ilon kuvia (Immagini di gioia) a cura di vari artisti

Una parte di Lampounette a cura del gruppo di artisti francesi TILT