domenica 28 settembre 2014

Gusci di ricci di mare vendonsi

In un mercato coperto di Helsinki ho notato in vendita per la prima volta dei gusci di ricci di mare vuoti. Avrei voluto chiedere a cosa potessero servire. Decorazione? Collezionismo?
È la prima volta in assoluto che mi capita di vederli in vendita. Ho rimosso il prezzo dalla foto per fare un piccolo quiz.
A quanto erano venduti i gusci?




venerdì 26 settembre 2014

La riserva naturale di Auttiköngäs

La riserva naturale di Auttiköngäs si trova a circa 80 km da Rovaniemi. Nell'area del parcheggio ci sono una bella caffetteria, un piccolo museo, un spazio dove grigliare e un pannello informativo sull'area.
Dal parcheggio si accede anche al percorso di 3.5 km che dopo pochi metri permette di passare su un ponte e ammirare la maggior attrazione della riserva: una piccola cascata di 16 metri. Le acque dell'Auttijoki dopo aver superato la cascata proseguono lungo le selvose pareti della gola.

Quando ci sono andato il ponte non era accessibile a causa di lavori di manuntenzione. Con mia sorpresa era  disponibile una barca legata da una corda che, poco più a monte del ponte, permetteva di passare agevolmente da una sponda all'altra del piccolo fiume.

Il nome Auttiköngäs potrebbe essere tradotto come "cascata della gola". Il termine köngäs* si usa prevalentemente nella Finlandia settentrionale per indicare una "rapida/cascata ripida e spumosa". Deriva invece dalla lingua sami la parola autti** e significa gola, burrone, valle profonda.

Altre informazioni e foto (compresa quella del ponte) sono disponibili in questo articolo (in finlandese).
Di seguito invece alcune mie foto scattate in loco.

Caffetteria

Un angolo dell'area museale


Barca per attraversare il fiume Auttijoki

Barca per attraversare il fiume Auttijoki


Ponte in manuntenzione visto dalla barca
Cascata di Auttiköngäs

* Köngas on "jyrkkä, vaahtoava koski tai vesiputous"
** Autti on "rotko, syvä laakso".


giovedì 25 settembre 2014

Toponimi e nomi propri finlandesi

Prosegue la serie delle segnalazioni dedicate ai nomi propri finlandesi con l'elenco dei nomi di toponimi finlandesi (prevelantemente città) che sono registrati come nomi propri di persona nell'anagrafe finlandese. Mi sembra che in alcuni casi sia stato il nome della città ad ereditare quello di una persona più o meno famosa come ad esempio Loviisa. Per altri toponimi si è verificato il contrario. Si veda per esempio i rari casi di Karjala o Karelia a partire dalla fine della seconda guerra mondiale.
I nomi propri sono stati suddivisi per tipo di toponimo a cui corrispondono.

Nomi propri di persona che sono anche nomi di città/paesi/villaggi/frazioni/montagne.

•  Aura
•  Eno
•  Eura
•  Hamina
•  Ii
•  Imatra
•  Imatro
•  Inari
•  Ivalo
•  Jaala
•  Jurva
•  Juva
•  Kaarina
•  Kemi
•  Kustavi
•  Levi
•  Lieto
•  Loviisa
•  Mikkeli
•  Nokia
•  Perho
•  Pertteli
•  Ruka
•  Salla
•  Sauvo
•  Simo
•  Soini

Nomi propri di persona che sono anche nomi di regioni/aree geografiche/toponimi vari

•  Carelia
•  Fennia
•  Kainuu
•  Karelia
•  Karjala
•  Karjalatar
•  Lappi
•  Savo
•  Savotar
•  Suometar
•  Suomi


Nomi propri di persona che sono anche toponimi esteri
•  Aunus
•  Äänis*
•  Riika
•  Roma
•  Rome
•  Rooma
•  Venezia
•  Verona
•  Vilna





* Äänis deriva Ääninen nome finlandese del lago Onega


martedì 16 settembre 2014

Alla giusta distanza


Quando ho notato questa famiglia di simpatici ricci su una bancarella di un mercatino locale di Vantaa mi è tornato in mente il dilemma del porcospino.  I ricci erano alla giusta distanza per non pungersi tra loro e allo stesso tempo stare insieme.


domenica 14 settembre 2014

La caccia all'orso

Negli ultimi giorni uno degli argomenti più dibattuti in Italia è stato il tragico destino riservato all'orsa Daniza.
Più di una volta mi è capitato di leggere su forum e commenti pubblicati in rete del "fantastico rapporto" esistente tra gli orsi e gli esseri umani nell'Europa del nord citando per esempio un video promozionale dell'ente turismo finlandese sulla storia di Sulo, l'uomo orso.
In realtà la situazione degli orsi in Finlandia non è così rose e fiori come potrebbe apparire alla sola visione dell'esperienza di Sulo.
Vorrei ricordare che la caccia agli orsi in Finlandia è consentita e strettamente regolamentata. Non mi addentro nelle motivazioni storico-culturali legate alla caccia in queste regioni.
Secondo questo articolo la stagione di caccia agli orsi è cominciata il 20 agosto e terminerà alla fine di ottobre. Per ogni zona viene rilasciato un numero massimo di permessi per l'abbattimento degli orsi. Quest'anno sembra che siano stati accordati su tutto il territorio nazionale finlandese un totale di 115 permessi, meno della metà dello scorso anno.
Maggiori informazioni sul regolamento della caccia si trovano su questo sito.


venerdì 12 settembre 2014

Undici espressioni idiomatiche finlandesi

Ecco un piccolo quiz su alcune espressioni idiomatiche più o meno diffuse nella lingua finlandese parlata. Alcune espressioni sono state da me già utilizzate nelle precedenti segnalazioni. Per ciascuna locuzione ho cercato di fornire, per quanto possibile, una traduzione letterale tra parentesi. Non escludo che ci siano errori nelle definizioni. Pertanto correzioni e consigli sono ben accetti.

1) L'espressione "nousta ylös väärällä jalalla" (alzarsi con il piede sbagliato) significa:
a) avere la luna di traverso
b) svegliarsi con il mal di testa
c) sentirsi leggermente brillo
d) sentirsi molto confuso

2) "Elää kädestä suuhun" (vivere dalla mano alla bocca) significa:
a) avere tanta fame
b) sbarcare il lunario
c) avere cattive abitudini
d) mangiarsi spesso le unghia

3) Con "pakkopulla"  (pulla obbligatoria) si indica:
a) un dolce servito nelle mense scolastiche
b) qualcosa di noioso ma necessario
c) qualcosa di imperdibile
d) un dolce tradizionale careliano

4) "Elää susiparina" (vivere come una coppia di lupi)
a) vivere isolati in un luogo remoto e difficile da raggiungere
b) convivere al di fuori del matrimonio
c) vivere da fuorilegge
d) vivere di espedienti

5) "Olla parkettien partaveitsi" (essere il rasoio dei parquet) significa:
a) essere una giovane promessa della ginnastica
b) essere un esperto piastrellista
c) lavorare nel settore delle pulizie
d) essere un bravo ed entusiasta ballerino

6) "Kasvaa koiranputkea" (far crescere i cerfogli) significa:
a) avere il pollice verde
b) crescere nella bambagia
c) riposare  al camposanto
d) perdere tempo inutilmente

7) Se si è impegnati in un perunateatteri (teatro delle patate) significa che:
a) si sta pelando una grande quantità di patate
b) si sta recitando come un cane
c) si stanno raccogliendo le patate nei campi
d) si sta recitando a braccio

8) "Nähdä metsä puilta" (vedere il bosco dagli alberi):
a) avere una posizione privilegiata
b) vedere l'essenziale
c) sorvegliare attentamente una zona boscosa
d) vedere a breve termine

9) L'espressione "suu messingillä" (bocca con l'ottone??) significa:
a) essere sorridenti e felici
b) avere la parlantina
c) sbadigliare di continuo
d) irritarsi facilmente

10) "Oma lehmä ojassa" (la propria mucca nel fossato) significa:
a) guaio imminente
b) rovinosa caduta
c) tornaconto
d) segreto di Pulcinella

11) "Heittaä talviturkki" (gettare la pelliccia invernale) significa:
a) fare il cambio di stagione alla fine dell'inverno
b) fare il primo bagno nel lago/fiume/mare dopo la fine dell'inverno
c) donare vecchi vestiti in beneficenza all'inizio dell'anno nuovo
d) spalare la neve dal tetto

giovedì 11 settembre 2014

Una notte con Manta

Solo poche persone potranno trascorrere una notte con la statuaria Havis Amanda detta anche Manta. Le prenotazioni della stanza d'albergo che la ospita per poche settimane sono andate esaurite in un battibaleno.
Lei aspetterà immobile, paziente, in piedi sul letto al centro della stanza notte dopo notte mentre di giorno si farà fotografare e osservare da migliaia di occhi incuriositi. Sempre immobile e sorridente al centro della stanza.

Benvenuti all'Hotel Manta of Helsinki!

Insegna dell'Hotel Manta

Interno

Primo piano di Manta

Dettaglio della carta da parati

Vista dalla finestra della stanza

Interno del bagno in cui è riportato il nome Tatzu Nishi, artista ideatore dell'Hotel Manta


domenica 7 settembre 2014

Una betulla di Grankulla



Una giovane betulla di Grankulla
alla luce del crepuscolo si trastulla
si gode del sole gli ultimi raggi
e la brezza di un lago nei paraggi
agitando la sua chioma per un nonnulla.



giovedì 4 settembre 2014

A proposito di rumba

La rumba è conosciuta come un ballo di origine sudamericana nato dall'incrocio di ritmi spagnoli e africani. Nella lingua finlandese comune la parola rumba, spesso in combinazione con altre parole, assume anche il significato di confusione, chiasso, rumore legato probabilmente al ritmo frenetico e accelerato del ballo.

Qualche giorno si parlava di avainrumba con riferimento alla coda di studenti universitari che si era formata per il ritiro delle chiavi degli appartamenti. La fine di marzo e l'inizio di novembre concide spesso con il rengasrumba visto che ci appresta a cambiare il tipo di ruote ai veicoli.

Altri esempi che mi è capitato di leggere sono harrastusrumba e luparumba. La prima dovrebbe far riferimento al sovraccarico di attività sportive e ricreative extrascolastiche a cui talvolta sono sottoposti i bambini e i ragazzi da parte dei genitori. L'altra invece mi sembra sia correlata alla confusione dovuta all'eccessivo numero di documenti, permessi e scartoffie varie da presentare per esempio per la costruzione di immobili.
Conoscete altri tipi di "rumba"?

Se invece si parla di Rumbita si ritorna invece nel campo del danze. Infatti la Rumbita è uno stile di danza inventata in Finlandia e ispirato ai ritmi del flamenco (qui un video del ballo).