sabato 13 gennaio 2018

Il cigno di Myyrmäki

Si trova nella zona di Myyrmäki (Vantaa) uno dei cinque nuovi murali realizzati l'estate scorsa Vantaa nell'ambito del progetto Seinähullu. Il murale è stato realizzato dall'artista belga Pso Man alla fine di agosto 2017.







domenica 7 gennaio 2018

Il percorso di luce

Ogni anno Lux Helsinki attira un numero sempre maggiore di persone lungo le poco illuminate strade di Helsinki.
Il percorso di quest'anno è ben segnalato e si snoda nel centro della capitale finlandese per ben 11 tappe. Anche diverse birrerie,caffetterie e ristoranti hanno pensato bene di proporre sconti e offerte gastronomiche appositamente per l'evento (Lux Helsinki Eat 2018).
La mia installazione preferita di questa edizione è stata 'Ajan rooli' di Janne Ahola.
Dettaglio dell'installazione 'Light Paint Box'



Dettaglio dell'installazione 'Ultraviolet Gallery'

Una delle lanterne del 'Lyhtypuisto' il parco delle lanterne, un classico di LuxHelsinki

Una delle lanterne del 'Lyhtypuisto' il parco delle lanterne, un classico di LuxHelsinki

Una delle lanterne del 'Lyhtypuisto' il parco delle lanterne, un classico di LuxHelsinki

Un momento dell'installazione 'Ajan rooli'

Dettaglio dell'installazione 'Ultraviolet Gallery'

Installazione 'my light is your light…'

Un momento dell'installazione 'Konstellaatio'


lunedì 1 gennaio 2018

Il giorno dopo i botti


Non saprei dire se sia stato speso più o meno degli anni scorsi per i botti di fine anno.
Ho notato però, durante la mia statisticamente insignificante passeggiata del giorno dopo, che i resti dei botti lasciati per strada, nelle piazzette, nei parchi era sensibilmente minore del anni passati.
Non è chiaro il risultato sia dovuto ad una riduzioni dei botti oppure agli appositi sacchetti della spazzatura disposti in diversi punti del territorio dalla città di Vantaa.
Mi piacerebbe pensare che la ragione principale sia il progressivo abbandono della tradizione dei botti ma mi accontenterei anche del rinnovato senso civico di coloro che li sparano.

Nella foto un esempio di sacchetti parzialmente vuoti ma circondati comunque dai resti dei botti. Il parco circostante mi sembrava quasi immacolato grazie anche al manto di neve caduto nella notte.


domenica 31 dicembre 2017

In attesa del nuovo anno

Un momento dello spettacolo 'Toiveiden taivas' della 'Maria Baric Company' (Helsinki, 31 dicembre 2017)
I migliori auguri di un felice e prospero 2018.

Onnellista ja menestyksekästä uutta vuotta 2018!

sabato 23 dicembre 2017

La torre panoramica di Aulanko

Vista con arcobaleno dalla torre panoramica della collina Aulankovuori
La collina Aulankovuori nel parco urbano nazionale di Aulanko era giá meta di escursioni e picnic molto famosa alla fine del 1800. In cima alla collina Aulankovuori all'epoca c'era una padiglione di legno rimpiazzato in seguito da una torre panoramica di granito alta 33 metri ancora accessibile ai giorni nostri.
La torre, progettata dall'architetto Waldemar Aspelin, fu completata nel 1907 e ricorda quella degli antichi castelli medievali.
Durante la seconda guerra mondiale la torre era usata con funzioni di avvistamento dalle Lotta. Ancora oggi viene usata come torre di controllo in caso di esercitazioni militari.
La torre è solitamente aperta da maggio all'autunno in orari prestabiliti e l'ingresso è gratuito. 
Dalla cima della torre è possibile ammirare la valle del lago Vanajavesi, uno dei paesaggi nazionali finlandesi.
Segnalo il video promozionale 'Aulanko täynnä elämyksiä' che presenta diversi panorami della torre e del parco urbano di Aulanko.


venerdì 22 dicembre 2017

Denaro e scoiattoli


C'è una parola finlandese che collega tra loro il denaro e gli scoiattoli. Si tratta della parola raha (denaro,soldi) che in origine indicava la pelliccia degli animali e in particolare quella dello scoiattolo. Le pellicce fin dalla preistoria reappresentavano un importante mezzo di scambio molto comune in Finlandia e nel nord Europa.
Tra le vecchie unità di misura finlandesi si possono trovare per esempio il tikkuri (equivalente a 10 pellicce) oppure kiihtelys equivalente a 40 pellicce di scoiattolo. Alcuni toponimi conservano ancora un residuo nel nome. A Vantaa per esempio si trova la zona di Tikkurila che probabilmente all'origine era un mercato di pellicce.

Fino a non molto tempo fa la carne di scoiattolo era ancora uno degli ingredienti di zuppe e pasticci di carne. In un vecchio libro di ricette tradizionale ricordo di aver notato quella dell'oravakukko.
Ufficialmente in Finlandia gli scoiattoli non sono protetti e si possono cacciare dal 1.12 al 31.01.


giovedì 21 dicembre 2017

Cioccolatini alla mela cotta


In un calendario dell'avvento finlandese che si rispetti non può mancare qualcosa di dolce. Ho rimediato segnalando i cioccolatini natalizi della Fazer.
Quali sono i vostri cioccolatini Fazer preferiti? I miei sono i 'Sininen&Valkoinen' (azzurro e bianco) lanciati sul mercato 10 anni fa per i 90 anni della Finlandia.


mercoledì 20 dicembre 2017

Tre fabbri nudi

Kolmen sepän patsas (estate 2010)

La statua dei 'Tre fabbri' (Kolmen sepän patsas) si trova all'intersezione tra la strada centrale dello shopping, Aleksanterinkatum, e Mannerheimintie una delle arterie principali di Helsinki.
La posizione centrale ne fanno un punto di ritrovo molto frequentato.
La statua,opera dello scultore Felix Nylund, è stata donata da una una fondazione alla città di Helsinki che la inaugurò 1932. Sono ancora visibili i danneggiamenti subiti dalla statua durante un bombardamento della guerra di continuazione (jatkosota) nel 1944.
Nel gergo della capitale la statua viene semplicemente chiamata 'trio'.
Come per altre statue principali di Helsinki anche quella dei 'tre fabbri' è saltuariamente addobbata con accessori stravaganti.
Per esempio alla fine di novembre un'associazione studentesca poggia sulle teste dei tre fabbri dei cappelli da gnomo natalizio (tonttulakki) nell'ambito dei festeggiamenti del vappujoulut.
Nella foto scattata nell'estate del 2010 i volti dei fabbri erano coperti da colorati cappucci (per un motivo a me ignoto).


martedì 19 dicembre 2017

Il Centro Marittimo Vellamo



Uno dei buoni motivi per andare a Kotka è rappresentato dal pluripremiato Centro Marittimo Vellamo.
All'interno dell'edificio, che si estende su una superficie totale poco più di 14000 metri quadri, si trovano il Museo Marittimo dell Finlandia, il Museo della regione di Kymenlaakso (a cui Kotka appartiene), un centro informazioni, un ristorante e un negozio.
Il Centro Marittimo Vellamo è stato progettato dallo studio di architettura Lahdelma & Mahlamäki Architects ed è stato inagurato nel luglio 2008.
Il nome del centro deriva dal nome della dea della acque Vellamo, moglie di Ahti, rappresentata nelle sembianze di una bella sirena.