venerdì 15 luglio 2011

Ancora cover italo finlandesi semisconosciute

Vorrei segnalare un'altra lista di cover italo finlandesi più e meno conosciute trovate in rete.

Rakkauden tähden (Lea Valonen)
Kaikki antaisin (Päivi Kautto-Niemi)
Sun luokses jään (Päivi Kautto-Niemi)
Hiljainen laulu (Matti Hyvönen)
Merimiehet nainen tuska (Tuulikki Eloranta)
Potki potki sä vain (Kari Tapio)
Tämä Yö (Anneli Saaristo)

Sebbene almeno le ultime 4 mi siano sembrate familiari, devo amettere che ne ho indovinata solo una.

Qualcuno prova ad indovinare i titoli o gli interpreti dei brani originali italiani?
L'ultima dovrebbe essere quella più semplice.

14 commenti:

  1. Va bè l'ultima è "Con te partirò" di Bocelli...
    Potki potki sä vain (Kari Tapio) --> A far l'amore comincia tu (Raffaella Carrà)
    Hiljainen laulu (Matti Hyvönen) --> Stasera pago io (Modugno)
    Kaikki antaisin (Päivi Kautto-Niemi) --> Non so che darei (Alan Sorrenti)

    RispondiElimina
  2. Päivi Kautto-Niemi - Sun luokses jään è tutto passerà, vedrai (Mina)

    Merimiehet nainen tuska è una cover di Modugno "marinai, donne e guai"

    ciao, f.

    RispondiElimina
  3. @ Anonimo: risposte corrette. Di quelle citate, non avevo mai sentito quella di Sorrenti

    @ Francesco: corretta quella di Modugno ma l'altra canzone non è quella di Mina.

    Direi che "Rakkauden tähden" e "Sun luokses jään" sono quelle più difficili da indovinare.

    RispondiElimina
  4. Passati sette giorni, dichiaro chiuso il quiz musicale.
    Sono rimaste due cover da indovinare.

    L'originale di "Sun luokses jään" è "Che dolce lei" incisa dai "La Bottega dell'Arte" nel 1977.

    Il brano di "Per un amore" cantato da Vibeke nel 1968 è l'originale di "Rakkauden tähden".
    Ho corretto solo ora il link era errato.

    Le canzoni originali si trovano entrambe su Youtube.

    Non avevo mai sentito sia i nomi degli interpreti che delle canzoni. Vibeke mi sembra un nome norvegese. Qualcuno ne ha mai sentito parlare?

    RispondiElimina
  5. Stefano Mariani9 agosto 2011 13:22

    Buongiorno, mi chiamo Stefano Mariani. Scusatemi se non parlo Finnico, ma posto per rispondere alla domanda su Vibeke.
    Vibeke è sì un nome norvegese, ma anche dnese, come danese è la cantante in questione, figlia di un ferrviere, venuta in Italia per cercare la fortuna negli anni'60. Da ricordare le sue partecipazioni sl programmaa "Settevoci" di Pippo Baudo.
    Un 45 giri di Vibeke nella nostra ligua: 1)"Per un amore" 2) "A me piace lui"
    Ciao...

    RispondiElimina
  6. @ Stefano Mariani: grazie per le informazioni su Vibeke. Mi sembra di aver capito che Vibeke abbia inciso solo due canzoni quindi non ha avuto molta fortuna musicale in Italia.

    RispondiElimina
  7. Stefano Mariani11 agosto 2011 17:03

    Per Suom(I)taly
    Anch'io la penso come te... Certo, era davvero una bella ragazza... 40 anni fa...
    C'è anche da dire che gli artisti scandinavi, a parte gli ABBA, non hanno mai fatto un gran successo in Italia. Mi viene in mente solo Peter Holm con la sua Monja (almeno per la musica pop...)
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Stefano Mariani12 agosto 2011 10:59

    A proposito di artisti scandinavi in Italia, mi viene in mente. sempre negli anni '60 il gruppo toscano (La Verde Stagione). Pur essendo toscani, i leader della band, due gemelli di origine svedese, ebbero un certo con l'omonimo brano, appunto "La Verde Stagione" la cui musica era (pari pari)"Il Mattino" tratto dalla suite "Peer Gynt" di Edvard Grieg, come vedi, anche se non finlandese, sempre di materiale finnico si tratta.
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. @ Stefano Mariani: cosa intendi esattamente per materiale finnico?
    Edvard Grieg è norvegese così come il Peer Gynt di Ibsen, i gemelli sono di origine svedese. :)

    RispondiElimina
  10. Stefano Mariani13 agosto 2011 11:42

    @ Somitaly
    per prima cosa ti prego di scusarmi. Ho scritto Materiale Finnico (chissà dove avevo la testa, ma volevo dire materiale scandinavo).
    So bene che Per Gynt è di Ibsen che è svedese, ma questo è i ll testo teatrale, mentre io intendevo Peer Gynt come suite sinfonica, composta da Edvard Grieg, musicista norvegese.
    Il brano in qusetione, "Il mattino" è famoso anche Italia, a parte la versione de "La Verde Stagione" anche per essere la musica della pubblicità dell'Olio Sasso...
    A uncerto Punto l'attore, Mimmo Craig, cominciava a saltare sul letto e diceva: "Matilde!!!"... Un modo perfetto per rovinare un bellissimo brano di musica...
    Ciao...

    RispondiElimina
  11. Stefano Mariani13 agosto 2011 12:57

    @Suomitaly
    Scusa ancora, Ibsen era norvegese come grieg...

    RispondiElimina
  12. @ Stefano Mariani: oggi in Italia (e non solo) mi sembra abbiano un discreto successo i gruppi metal scandinavi e finlandesi.

    RispondiElimina
  13. Stefano Mariani18 agosto 2011 15:03

    @Suomitaly

    hai ragione, penso agli Europe,e a Yngwie Malmsteen...

    RispondiElimina
  14. @ Stefano Mariani: tra i gruppi finlandesi ci sono i Nightwish, HIM, Children of Bodom, Apocalyptica, Sonata Arctica e così via.

    RispondiElimina