giovedì 10 giugno 2010

Dieci ragioni per imparare il finlandese

Tra il serio e il faceto ecco alcuni motivi per imparare la lingua finlandese. Se ne avete altri da proporre, aggiungeteli pure tra i commenti.

1) si privilegia l'incertezza alla certezza (del futuro)
2) è generosa di vocali distribuite con armonia
3) ha cinque infiniti e quattro participi
4) una parola può riassumere una frase intera
5) se scappa qualche parolaccia nessuno guarda di traverso
6) ogni cosa ha un nome chiaro e descrittivo
7) in "nomi, cose città" si esclude la "q" ma si gioca anche con la "ä" e la "ö".
8) nei modelli di declinazione non ci sono eccezioni
9) ci sono quindici casi ma in pochi ricordano tutti i loro nomi
10) le parole si compongono all'infinito



Qualche breve commento.
1) esiste una coniugazione per il potenziale (anche se poco usato) ma non una specifica per il futuro
2) 8 vocali regolate dall'armonia vocalica.
3) qui alcuni dettagli
4) per esempio heittäytyisinköhän potrebbe essere tradotto più o meno con "non so se dovrei buttarmi (o no)" .. sono benvenute conferme/correzioni
5) per esempio Katso merta!! (guarda il mare) Katso minkkiä!!(guarda il visone) Katso sukkia!! (guarda i calzini)
6) avorio->norsunluu (osso di elefante), mongolfiera->kuumailmapallo (pallone ad aria calda) giusto per citarne alcune
7) ci sono solo poche parole di origine straniera che cominciano per "q"
8) ci sono infatti 85 tipi diversi di declinazione
9) vedi articolo Wikipedia
10) abbondano le parole composte come per esempio valeasianajaja (2 parole), omakotitalo (3 parole), yhteistoimintamenettelysopimus (4 parole), ylioppilastutkintolautakunta (5 parole)

7 commenti:

  1. ragione n.11: se sei riuscito ad impararlo, puoi veramente andar fiero/a delle tue capacitá intellettuali-linguistiche. :)

    RispondiElimina
  2. 1b) Per evitare di coinvolgere troppo le persone le forme impersonali dei verbi sono preferite (es. non "andiamo", ma "si va")

    RispondiElimina
  3. @ Morgaine: ho conosciuto qualcuno che ci è riuscito. :)
    Per me la strada da fare è ancora molta.
    Non credo che il finlandese sia una lingua difficile da imparare. Sono necessari solo impegno e volontà :)

    @ Maxxfi: specialmente nella lingua parlata. :)

    RispondiElimina
  4. La lista si allunga. Aggiungerei un altro paio di ragioni.
    Nel finlandese "essere è più importante di avere". Infatti per indicare il possesso non esiste un verbo specifico ma si utilizza un particolare costrutto grammaticale.

    L'altra ragione è che una "lingua giovanile". Le "c" hanno lasciato il posto alle "k". :)

    RispondiElimina
  5. Esiste per caso una qualche tendenza evolutiva volta a una semplificazione della lingua in senso moderno? Mi spiego meglio: dal tuo punto di vista si intravedono fenomeni in atto che vanno nella direzione di ridurre il numero dei casi a favore di un maggior uso delle preposizioni, come per esempio accade in Inglese o nella nostra lingua?

    RispondiElimina
  6. @ lituopadania: premetto che non mi occupo di linguistica. Non mi sembra però che si stia andando verso una riduzione del numero di casi. Ovviamente ci sono alcuni casi che sono usati meno di altri.

    RispondiElimina
  7. Gli infiniti sono 5 con un certo numero di sottoinfiniti ciascuno (es infinito II in inessivo o infinito III in abessivo), i participi sono 6 (pres. attivo, pres passivo, pass. attivo, pass. passivo, part. dell´agente, participio negativo) le postposizioni si declinano fino a 6 forme (välissä, välistä, väliin, välillä, välille, väliltä). E poi c´é la puhekieli (linguaggio parlato) che é un altro mondo.

    RispondiElimina