mercoledì 28 gennaio 2009

Suvetar - lo spirito dell'estate

Nei ritagli di tempo ho cominciato a leggere il Kalevala il famoso poema epico finlandese.
Mi stanno decisamente incuriosendo le avventure del vecchio Väinämöinen, del fabbro Ilmarinen e del guerriero Lemminkäinen in lotta contro Louhi, signora di Pohjola.
Tra la moltitudine di personaggi minori e divinità citate nel Kalevala troviamo Suvetar, dea del vento del sud, che guarisce i suoi discepoli con il miele (che lascia cadere dalle nuvole) e vigila sulle mandrie al pascolo nei boschi. Talvolta è indicata anche con l'appellativo di Spirito dell'Estate dalla radice suvi che significa estate.

A Suvetar è dedicata anche una canzone dei Gjallarhorn una band finlandese di world music con radici nella musica folk svedese di Finlandia e nelle antiche tradizioni dei paesi nordici. Il loro repertorio include ballate medievali, inni e composizioni legate alla mitologia nordica.
Non a caso il loro nome, che significa "corno risonante", nella mitologia norrena è un corno posseduto dal dio Heimdallr il cui suono è tanto forte da potere essere udito ovunque.

5 commenti:

  1. deve essere una lettura interessante.
    il video che hai postato,anche se non c'entra niente, mi fa venire in mene la musica di Loreena Mckennitt.
    non so perchè.

    certamente è musica lontana da quella che ci forzano ad ascoltare le radio più famose.

    bella però.

    RispondiElimina
  2. Se piace il genere, io consiglierei la lettura del Kalevala. In italiano ci sono sia versioni in prosa che in versi. Tra i link nella colonna a destra c'è anche quello di una edizione online ben commentata.

    I Gjallarhorn li ho scoperti per caso e conto di ascoltare altre loro canzoni.

    RispondiElimina
  3. Che bel pezzo!
    E' anche una prova di quanto sia universale la musica: lo strumento africano "thumb piano" che usano si accompagna perfettamente al finlandese !

    RispondiElimina
  4. @ Sari: anche a me è piaciuto. Non conoscevo il "thumb piano". Da una ricerca sul web sembrerebbe che in italiano sia chiamato zanza a pizzico. Si tratta dello stesso strumento?

    RispondiElimina
  5. A me sembra proprio quello.

    RispondiElimina